E’ stata la casa dei milanesi, Palazzo Marino, ad accogliere questa mattina oltre 100 chefs nella loro inconfondibile livrea bianca, giunti a Milano da tutta Italia per l’annuale appuntamento dell’Associazione Nazionale Cuochi Italiani. A fare gli onori di casa e a porgere il saluto dell’Amministrazione Comunale, l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti che ha inoltre ricevuto la Squadra Nazionale Italiana di Cucina, autentico testimonial e promotore della cultura enogastronomica Made in Italy sui mercati esteri.
La due giorni di incontro svoltasi in città è stata resa possibile grazie al patrocinio e al sostegno del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, della Regione Lombardia e al contributo dell’Assessorato al Turismo Marketing Territoriale, Identità del Comune di Milano.

“Questa manifestazione rappresenta una tappa importante nel percorso di valorizzazione e promozione della ristorazione e dell’accoglienza di qualità che l’Amministrazione sta portando avanti da tre anni” così commenta l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti. “L’enogastronomia – conclude Orsatti – è un tassello importante nel menu di proposte turistiche della nostra città, che sa coniugare arte, storia, cultura e gusto.”

La manifestazione si pone come intento quello di offrire ad un selezionato gruppo di professionisti che quotidianamente operano nella ristorazione, una panoramica di quanto di meglio offra il mercato agricolo e enogastronomico contemporaneo milanese e lombardo.

La visita a Palazzo Marino è stata preceduta da un tour sul caratteristico Citysightseeing alla scoperta delle bellezze artistiche della città, luoghi nei quali gli chef hanno sfilato con la loro inconfondibile divisa. La giornata di lunedì 9 novembre invece è stata dedicata ad un workshop di promozione, formazione e degustazione tenuto presso il Grand Visconti Palace Hotel, concluso con il Gran Galà in onore degli chef. Un “arrivederci gastronomico” d’eccezione realizzato da Massimo Moroni, Chef del Ristorante Don Lisander che, con il Suo Staff, ha fatto degustare un pranzo tipico lombardo, con tanto di cassoeula, rivisitata.

La manifestazione ha fatto da cornice al premio “I MAESTRI DI CUCINA” prestigioso riconoscimento conferito agli chef dal comprovato curriculum professionale, per premiare la loro quotidiana attività in favore della tradizione italiana, nel rispetto dell’utilizzo delle tipicità locali, seppure sempre con uno sguardo attento all’innovazione e all’economia del nostro Paese.