Tutti a Napoli la domenica, quasi come fosse un rituale, mangiano un piatto speciale, il ragù di carne napoletano.
È un piatto ricco utilizzato sia come primo che come secondo. Si utilizza infatti il sugo ottenuto per condire la pasta consumando poi le carni usate per farlo come secondo piatto.
È una ricetta povera preparata con carni semplici e sugo di pomodoro da cuocere lentamente per ore finchè non ha cominciato come si dice a Napoli, a pippiare (a bollire) assumendo il tipico colore rosso mattone.

Ricetta

Ingredienti:
500 gr di muscolo di manzo
500 gr di gallinella di maiale
500 gr di corazza di manzo
500 gr di nervetti di manzo
2 cipolle di media grandezza possibilmente dorate
100 ml di olio EVO
1 cucchiaio di sugna e non strutto
100 ml di vino rosso
2,5 litri di passata di pomodoro san Marzano
200 gr di concentrato di pomodoro
Sale q.b.
Pepe q.b.

Esecuzione:
In una casseruola, possibilmente di terracotta, mettere l’olio, la sugna, la carne con i nervetti e la cipolla e far rosolare a fiamma bassa fin quando la cipolla diventi bionda. Sfumare con il vino rosso e al momento della sua completa asciugatura, aggiungere il passato di pomodoro insieme al concentrato. Insaporire con una generosa manciata di pepe e mescolare fin quando il concentrato sarà stemperato. Aggiungere acqua fredda per permettere meglio l’estrazione dei sapori della carne e far cuocere a fiamma molto bassa fin quando inizia a pippiare (bollire) per 7/8 ore.
Il ragù dovrà assumere il colore rosso mattone.